Il nostro benessere psico-fisico deriva da una somma di diversi fattori come il superamento delle difficoltà, il raggiungimento dei propri obiettivi, da una coscienza delle proprie capacità e dei propri punti di forza, ma anche della consapevolezza di nostri limiti.

L’inizio dell’anno è il periodo per eccellenza in cui ci fermiamo a riflettere su chi siamo e dove vogliamo andare. Certamente è un’esigenza comune a tutti gli essere umani quella di amarsi e il primo consiglio è proprio quello di non mettere mai in secondo piano un pensiero per noi stessi.

Spesso tra i propositi di inizio anno inseriamo obiettivi molto audaci, il raggiungimento dei quali non può avvenire se non con un ulteriore e faticoso lavoro.

Ma pensiamo a noi stessi e al nostro reale benessere?

In queste righe qualche consiglio per iniziare l’anno amandosi un po’ di più.

Take a break!

Sicuramente in una vita come la nostra, in cui sembra che vinca il più impegnato, riservare dei momenti per concedersi delle pause è una di quelle skill che va acquisita nuovamente. È come se crescendo si perdesse l’importanza di questo aspetto.

 

Ci insegnano che per migliorare è necessario impegnarsi fino in fondo, andare oltre i nostri limiti, ma a volte ci si dimentica che ricaricare le energie è un’ottima base di partenza per fare un buon lavoro, qualsiasi sia l’ambito.

Se è davvero difficile staccarsi dal lavoro o dalla frenesia quotidiana, segniamolo in agenda come se fosse un impegno tra i tanti. Può essere un appuntamento per una chiacchierata con un amico che non sentiamo da tempo, mezz’ora di passeggiata all’aria aperta, ma anche un’ora di lettura.

Non è importante la quantità del tempo impiegato per amarsi, ma è fondamentale che l’attività con cui lo viviamo ci faccia stare bene.

Indietro nel tempo?

Per stare un po’ meglio e dedicare del tempo anche alle proprie passioni, potrebbe essere fondamentale cercare di allontanarsi dai social network nel proprio tempo libero. Molti smartphone consentono di visualizzare il tempo che passiamo per le varie attività su di esso, abbiamo mai dato un occhio alla voce “social network”? Alle volte ci si fa prendere troppo la mano, ma abbiamo mai pensato a quante cose facevamo prima che i cellulari diventassero il prolungamento dei nostri arti superiori? Tornare a leggere un libro e uscire con gli amici sono passatempi ancora validi che permettono non solo di svagarci in maniera più genuina, ma ma anche di far riposare i nostri occhi lontano dagli schermi. Doppio vantaggio 😉

Coltiva una nuova passione

È fondamentale avere delle passioni e coltivarle: ci fanno sentire vivi, ci emozionano, ci tengono occupati facendoci staccare un po’ la spina. Proteggerle e impegnarsi anche per loro è fondamentale per vita equilibrata non solo sui doveri, ma anche sui piaceri.

Avere degli stimoli relativi a ciò che amiamo davvero è stupendo: se ci pensiamo è un piccolo spazio di libertà non legato a un compenso economico o a un obbligo imposto dall’esterno.

Attenzione però: coltivare delle passioni dev’essere costante, non bisogna permettere che le pressioni familiari o lavorative schiaccino questi momenti fino a farli diventare inesistenti.

Muoviti!

Sembra banale, ce lo insegnano fin da quando siamo piccoli, ma fare sport è importantissimo e spesso sacrifichiamo qualche momento di questi, intrappolati dagli impegni o, peggio, vinti dalla pigrizia. Riservare del tempo durante la settimana per fare dell’attività fisica è fondamentale perché oltre ai benefici fisici che ormai conosciamo, è un ottimo rimedio per scaricare lo stress! Quante volte abbiamo fastidi fisici e sentiamo dire “sarà lo stress”? Le nostre vite troppo spesso ci contraggono anche fisicamente e fare sport aiuta a rilassarci, sfogare le tensioni, ridere ed essere un po’ spensierati. Via libera ad attività al contatto con la natura, sott’acqua, immersi nel blu di una piscina, di gruppo o in solitaria… Non esiste l’attività sportiva perfetta, ma certamente esiste lo sport perfetto per ognuno di noi.

 

 

“Siamo ciò che facciamo ripetutamente.
L’eccellenza non è un’azione, è un’abitudine.”
Aristotele

 

Il segreto per cambiare la propria vita è quello di inserire questi piccoli cambiamenti nelle nostre giornate.

Volersi bene e amarsi dovrà venire naturale.

Come? Costruendo una nuova abitudine.

  • Comincia in piccolo. Il vero problema talvolta sta nel cominciare, piuttosto che nel continuare. Se il nostro obiettivo, per esempio, è cominciare ad andare in palestra regolarmente, non costringerti a un’ora di allenamento tutti i giorni. Inserire un cambiamento così drastico è controproducente: darsi degli obiettivi realmente fattibili, cominciando pian piano sarà più semplice.
  • Prendi nota e gratificati. Fissare i giorni in cui cominciare a praticare la nuova passione o il nuovo sport, segnarli su un calendario da tavolo, oppure su un’agenda o una lista. Premiamoci alla fine di ogni settimana/mese conclusi rispettando gli impegni presi.
  • Gestisci la forza di volontà. Sappiamo bene che la nostra forza di volontà si esaurisce, ma basta un po’ di riposo e torniamo carichi e rinvigoriti, è una forza limitata ma rinnovabile. Partendo da questa consapevolezza, fissiamo delle priorità. Per esempio, non costringiamoci a creare troppe abitudini contemporaneamente. Essendo realisti avremo più possibilità di raggiungere l’obiettivo e quindi sarà meno probabile che ci sentiremo frustrati per non averlo conseguito.

 

 

Ora che abbiamo riflettuto su quanto sia importante pensare al proprio benessere, non resta che mettersi in gioco.

La fine del percorso è il raggiungimento dell’obiettivo, il momento gratificante in cui si raccolgono i frutti del proprio operato, quando le fatiche sono ripagate e la soddisfazione fa il pieno. Questo è il momento in cui siamo pronti ad accogliere nuove mete per migliorarci sempre.

In questo senso Madama Oliva ha pensato alla campagna #raccogliituoifrutti, per spingerci a una vita all’insegna del benessere sotto il punto di vista dell’alimentazione, dello sport e dell’approccio mentale.

“Raccogli i tuoi frutti” è una vera esortazione a muoversi per raggiungere il proprio risultato, consapevoli del tempo e della fatica che dovranno intercorrere tra la semina e il raccolto.

I valori che caratterizzano la produzione delle olive di Madama Oliva possono essere applicati alla vita di ognuno di noi, per questo auguriamo un anno ricco di frutti in tutti i sensi! 😉

Buona semina!