Sta arrivando la festività più attesa dell’anno: il Natale, un giorno di calore familiare e tanti sorrisi che si ritrovano attorno ad una tavola imbandita.

Il cibo è sicuramente sinonimo di compagnia e convivialità ma spesso, nella giornata natalizia, si esagera con le porzioni e la quantità delle pietanze offerte, fino ad arrivare a sera con il bottone slacciato e completamente abbandonati sul contesissimo divano.

Se quest’anno avete voglia di qualcosa di diverso e volete trovare un’alternativa ai piatti calorici, abbiamo in serbo qualche idea per alleggerire le vostre preparazioni, così da gustarvi il Natale con meno pesantezza senza però trascurare il gusto!

Iniziamo i festeggiamenti!

Solitamente sulla tavola compare una distesa immensa di antipasti, che hanno l’aria di essere tanto deliziosi quanto calorici. Troviamo subito un’alternativa agli affettati nel carpaccio di tonno e di pesce

spada: pratici come i comuni insaccati e dal sapore delicato ma non banale.

Al posto della classica insalata russa o capricciosa l’idea è di servire una fresca e originale insalata di finocchi crudi condita con un’emulsione di olio, sale, pepe e limone e arricchita con del pompelmo tagliato a vivo oppure qualche pezzetto di croccante mela verde.

Cerchi qualcosa di diverso da spalmare sui crostini o per riempire i vol-au-vent? La crema di broccoli è quello che fa per te! Il risultato è già ottimo nella sua semplicità ma è possibile sbizzarrirsi in differenti versioni, aggiungendo per esempio dei porri, un’acciughina oppure del salmone.

Divertitevi a creare un antipasto caldo, bello da vedere e buonissimo come l’omelette muffin, ovvero delle frittatine monoporzione cotte al forno nello stampo di silicone utilizzato per i muffin dolci. Partendo da una base di uova sbattute, le varianti possono essere molteplici unendo a piacimento peperoni, funghi, fiori di zucca, pomodorini oppure le olive Leccino denocciolate, per un aroma delicato e speziato.

 

Un pimo piatto insolito

La tradizionale lasagna è sempre la benvenuta sulla tavola del pranzo di Natale ma, per chi ha voglia di cambiamento, proponiamo un piatto davvero gustoso come gli gnocchi – magari fatti in casa – con le cozze. Un tocco in più? Il colore ed il profumo dello zafferano oppure un delizioso letto di crema di zucca.

Se siete amanti della pasta fresca, il vostro palato potrebbe essere deliziato dalle orecchiette con il polpo e le cime di rapa ma anche dalle fettuccine condite con un sugo di funghi e cavolo nero. Due accostamenti da leccarsi i baffi! (per chi li ha)

Per chi invece preferisce il riso alla pasta, il primo piatto natalizio potrebbe ricadere su un coloratissimo risotto alla barbabietola rossa (ricca di vitamine B e C) oppure nelle varianti con pere e taleggio, verza e salsiccia e ancora con carciofi e bottarga di muggine. Insomma, ce n’è per tutti i gusti!
La sera di Natale da provare una calda zuppa di lenticchie e castagne per assecondare quel leggero languorino, ma se rimanete fedeli ai cappelletti di carne in brodo – sempre ottimi per aiutare la digestione – rendeteli più interessanti insaporendoli con l’inconfondibile tartufo bianco.

Il secondo round

Possiamo rendere interessante e leggera anche la seconda portata principale delle feste. Come? Preparando un arrosto di vitello ripieno di castagne e prugne – oppure una tagliata di pesce spada in crosta di pistacchi e sesamo, se preferite il mare – e accompagnandolo con un cavolfiore cotto in padella con acciughe, capperi e olive di Leccino denocciolate. Per nulla scontato!

Hai voglia di qualcosa di veloce da preparare e che può sorprendere i tuoi ospiti? Gli ingredienti vincenti sono branzino, carciofi e porri, ideali anche nella versione torta salata, pratica ed incredibilmente squisita.

Per non parlare di una ricetta davvero gustosa che prevede degli involtini gratinati di verza riempiti di carne trita – lavorata come le classiche polpette – e scamorza. Provare per credere! Essendo delle monoporzioni è più facile fare attenzione alla quantità da preparare e non esagerare a tavola.

In alternativa al classico arrosto di carne, proponiamo un piatto di pesce veramente originale: salmone ripieno di pistacchi in fascia di porri. Il sapore è unico e l’effetto visivo molto piacevole, coi due filetti sovrapposti, la farcitura verde brillante che risalta nel mezzo e le foglie di porro che avvolgono elegantemente il tutto. Un vero figurone!

E siamo arrivati al dolce… o alla frutta?

A fine pasto, dopo tutte le portate salate, non è davvero possibile rinunciare al dolce, soprattutto in un giorno di festa.

Possiamo trovare un compromesso tra leggero e comunque sfizioso anche per l’atto finale di questo tour de force natalizio. Avete mai provato a deliziarvi il palato con l’ananas grigliato? Tagliate il frutto a fette e scaldatelo sulla piastra per un paio di minuti per parte e servitelo con una leggera copertura di miele, cannella e scaglie di mandorle. È buonissimo e poi si sa, l’ananas favorisce la digestione.

Non ci fermiamo qui e vi proponiamo dei sorbetti che sicuramente allieteranno i vostri commensali. Quello al limone è un classico intramontabile ma sbilanciamoci su dei gusti differenti come un sorbetto al melograno oppure mela e zenzero, mandarino corretto al rum – solo per gli invitati più grandi – e ancora arancia e cioccolato o pera e cannella. Vi abbiamo convinto?

Se proprio non potete rinunciare al panettone, preparatelo in casa nei pirottini monoporzione, senza burro ma farciti con frutta candita, uvetta o delle pepite di cioccolato fondente.  Ma sì, alla fine è Natale ed una fettina di panettone ce la possiamo anche concedere per concludere in tutta dolcezza.

E se la tavola può essere light, l’importante è che la giornata sia piena di tanti sorrisi e serenità! Buon Natale a voi!